(AGI) - Washington, 2 giu. - Le nuove regole per le centrali elettriche, che saranno formalmente annunciate oggi dalla Environmental Protection Agency (Epa), rappresentano il piano piu' ambizioso sul taglio delle emissioni mai messo a punto da un inquilino della Casa Bianca. Il target del 30% e' il primo tentativo in assoluto in Usa si regolare le emissioni delle centrali elettriche. Le nuove regole non saranno applicate in maniera uniforme in tutti gli Usa perche' ogni obiettivo, anticipano fonti vicine al dossier, sara' tarato in base al mix energetico di ciascuno stato. Il provvedimento comportera' una radicalmente trasformazione del settore ell'energia a stelle e strisce e, secondo la responsabile del clima delle Nazioni Unite, Christiana Figueres, potera' ad una svolta nei negoziati sui cambiamenti climatici . Il presidente Barack Obama aveva inizialmente pensato di far approvare la legge passando per il Congresso ma con i Repubblicani compattamente contrari, ha optato per un ordine esecutivo. Bypassando il Congresso, Obama dovra' ottenere il via libera della Corte Suprema. Le centrali elettriche rappresentano la principale fonte di emissioni inquinanti del Paese, pari al 40% del totale e nel suo discorso alla radio di sabato scorso, il presidente ha detto che e' arrivato il momento di imporre un tetto come e' stato fatto in passato con l'arsenico, il mercurio e altre sostanze tossiche. (AGI) Ril (Segue)