(AGI) - Roma, 28 apr. - La crisi russo-ucraina ha cambiato anche i termini della necessita' di procedere in direzione dello shale gas. "Diciamo che il tema dello shale gas sul quale io mi battevo alcuni mesi fa per far si' che i costi del gas in Europa scendessero e rendessero l'Europa competitiva con gli Stati Uniti oggi e' diventato un tema di sicurezza dell'approvvigionamento", ha spiegato. "La crisi ucraina - ha sottolineato il manager - sembra che si stia complicando piuttosto che risolvendo e deve fare riflettere tutti noi europei circa l'importanza di avere una politica energetica diversa che, in prospettiva, perche' nulla si potra' fare nel breve, ci possa rendere indipendenti dal gas russo. Questo e' il tema che deve essere in cima all'agenda di tutti i paesi europei". (AGI) Gin