(AGI) - Roma, 28 apr. - La crisi ucraina e' un test della capacita' dell'Unione Europea di elaborare una politica energetica coerente. "L'Unione europea non puo' volere una cosa, e al contempo il suo contrario. Ci deve essere una coerenza tra quello che dicono e quello che fanno". E' quanto afferma l'ad di Eni, Paolo Scaroni, all'International New York Times. Secondo il giornale, Scaroni si sta muovendo all'interno di una situazione delicata. Nonostante i consolidati rapporti con Gazprom, il maggiore fornitore di gas russo all'Europa, e' disposto a rischiare di irritare Mosca per andare incontro all'Ucraina. (AGI) Red/Gin (Segue)