(AGI) - Roma, 24 mar. - "L'Europa e' troppo dipendente dal gas russo per fermare le importazioni nel breve termine dal paese, anche se credo che l'Italia riuscirebbe a gestire la situazione" anche in caso di mancanza di gas russo. Lo dice l'amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni, in una intervista pubblicata oggi sul Financial Times. Secondo Scaroni, "a meno che l'UE non raggiunga un accordo con la Russia, mi aspetto che l'Europa avii uno sfrozo gigantesco per diversificare le proprie fonti di approvvigionamento, incluso lo sviluppo dello shale gas nel continente, l'aumento dell'importazione di GNL e una maggiore focalizzazione sulle forniture di Algeria, Libia e Norvegia." Scaroni, intervenendo sulla crisi Russia-Ucraina e sui possibili impatti sulla politica energetica europea ha espresso dei dubbi sulle prospettive per South Stream, e ha definito limitate le ripercussioni sulle attivita' Eni. (AGI) Mgm (Segue)