(AGI/REUTERS/INTERFAX) - Mosca, 2 lug. - Il mancato pagamento del gas naturale russo da parte ucraina e' destinato a far esplodere una crisi "totale" nel settore entro il prossimo autunno: e' la drammatica previsione delineata dal primo ministro russo Dmitry Medvedev, dopo che il mese scorso il colosso energetico 'Gazprom' aveva tagliato le forniture della Russia a Kiev. "L'Ucraina il gas non lo paga", ha ricordato Medvedev. "Il suo debito e' enorme. Prendono il gas da depositi clandestini. In autunno ci sara' quindi una crisi globale del gas", ha ammonito. (AGI) Pdo (Segue)