(AGI/REUTERS) - Mosca, 7 apr. - L'Ucraina ancora non ha pagato il proprio debito da 2,2 miliardi di dollari nonostante a mezzanotte scada il termine ultimo per farlo. Lo afferma un portavoce di Gazprom non precisando tuttavia cosa' fara' l'azienda se entro oggi non dovessero arrivare i soldi. Il governo ucraino, dal canto suo, ha sottolineato che la Russia ha aumentato il prezzo del gas dopo le tensioni politiche. "Non e' arrivato alcun pagamento da Kiev", ha evidenziato il portavoce. Le precedenti crisi del gas, quando Gazprom chiuse i rubinetti, risalgono all'inverno 2005/2006 e al 2008/2009, ed ebbero effetti anche sul resto d'Europa. La settimana scorsa Gazprom ha aumentato il prezzo del gas per l'Ucraina dell'80% portandolo a 485 dollari per 1.000 metri cubi mentre i clienti europei pagano 370-380 dollari. La Russia rappresenta il 30% della domanda di gas europea e la meta' di questo gas per arrivare nel Vecchio Continente transita dall'Ucraina. (AGI) Gin