(AGI/AFP) - Parigi, 30 lug. - Total ha chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 3,15 miliardi di dollari, pari a 2,3 miliardi di euro, in calo del 12% rispetto all'analogo periodo del 2013. Il risultato e' inferiore alle attese degli analisti. Il fatturato e' cresciuto del 2% a 62,56 miliardi di dollari. La compagnia petrolifera francese ha spiegato che la flessione dei profitti e' legata alla debole performance del comparto raffinerie in Europa e a un calo della produzione (scesa del 10% a 2,054 milioni di barili di petrolio equivalente al giorno) ma si e' detta fiduciosa in una ripresa grazie al progetto offhshore in Argentina avviato a giugno. Total ha poi affermato di non aver ancora stimato il possibile impatto delle sanzioni che hanno colpito la compagnia russa Novatek, partner del gruppo transalpino nel progetto Yamal, che prevede la costruzione di un impianto per la liquefazione di gas naturale in Siberia. (AGI) Rme/Pit