(AGI) - Taranto, 16 set. - Nessun impatto ambientale negativo per Taranto, ne' "alcun incremento della capacita' di lavorazione della raffineria Eni di Taranto". Poiche' "nessuna trasformazione del prodotto verra' realizzata", la raffineria di Taranto costituira "soltanto la base logistica di Tempa Rossa, indispensabile pero' per il completamento del progetto". Lo hanno annunciato oggi in una conferenza stampa a Taranto svoltasi nella sede di Confindustria gli esponenti della joint tra Total, Shell e Mitsui a cui fa capo l'estrazione del greggio del giacimento di Tempa Rossa in Basilicata. "Gli interventi da attuare - e' stato detto - prevedono la costruzione di 2 nuovi serbatoi dedicati al greggio di Tempa Rossa (che si andranno ad aggiungere ai circa 130 presenti attualmente in raffineria), il prolungamento per circa 350 metri dell'esistente pontile con sistemi di accosto per le navi e le dotazioni di sicurezza, la realizzazione di un nuovo sistema di recupero e trattamento dei vapori provenienti dal caricamento delle navi e di un sistema di raffreddamento del greggio per portarlo alla temperatura di stoccaggio e, infine, la realizzazione di alcune opere accessorie, come per esempio la sala tecnica e un nuovo sistema antincendio".(AGI) Ta1/Tib/Ccc