(AGI) - Roma, 30 lug. - Qualora questo inverno il flusso di gas russo dovesse interrompersi a causa di un'aggravarsi delle tensioni tra Mosca e l'Ucraina, per gli approvvigionamenti italiani non sussisterebbero problemi in quanto il metano presente negli stoccaggi e' sufficiente ad affrontare un'eventuale emergenza. E' quanto ha spiegato l'ad di Snam, Carlo Malacarne, in una conference call con gli investitori. "Abbiamo una capacita' di stoccaggio disponibile di 11 miliardi di metri cubi che entro fine luglio riempiremo con 9 miliardi di metri cubi", ha sottolineato Malacarne. "A esser sinceri, non vedo forti rischi nel caso di un'interruzione del flusso di gas russo". (AGI) Rme/Fra