(AGI) - Roma, 17 set. - Saipem vanta una presenza importante nel Golfo e in particolare in Arabia Saudita dal 1976, periodo in cui, dopo la prima crisi petrolifera del 1973, e' stato accelerato lo sfruttamento delle ingenti riserve di idrocarburi presenti nella regione. Negli ultimi decenni l'Arabia Saudita e' diventata infatti uno dei mercati principali per la maggior parte degli operatori nell'impiantistica del settore oil & gas, mercato nel quale Saipem vanta una posizione di leadership. L'Arabia Saudita e' stata una delle prime nuove economie del Golfo, fondate sullo sfruttamento delle riserve petrolifere, ad investire nei settori downstream, ovvero nella raffinazione e nella petrolchimica, realizzando alcuni tra i piu' grandi impianti al mondo per l'esportazione dei derivati dal petrolio e dal gas naturale. Il cliente principale di Saipem in Arabia Saudita e' la societa' di stato Saudi Aramco, il maggior produttore di petrolio al mondo. Saudi Aramco e' anche uno dei maggiori clienti di Saipem a livello internazionale. Circa un decennio fa, in seguito all'aumento del prezzo del petrolio, Saudi Aramco ha iniziato un ingente piano di nuovi investimenti, sia nel settore tradizionale upstream, con numerosi nuovi impianti per la produzione del petrolio da campi scoperti recentemente, sia nel settore downstream della raffinazione, nel quale continua a costruire alcune delle piu' grandi raffinerie del mondo per rispondere al crescente fabbisogno di combustibili per il mercato interno e per l'esportazione. (AGI) Fra (Segue)