(AGI) - Roma, 27 mag. - Lo scopo del lavoro di questo contratto prevede la costruzione, in Azerbaigian e in Georgia, di una condotta ad anello di 428 chilometri, le installazioni di superficie connesse, comprese le valvole di sezionamento, le strutture di pulizia delle condotte e di connessione, oltre alla costruzione, in Georgia, di una seconda condotta ad anello di 59 chilometri e le installazioni di superficie connesse. Completata l'espansione, la sezione del gasdotto South Caucasus avra' inizio a circa 23 chilometri dal terminale Sangachal, a sud-ovest di Baku, in Azerbaigian, e terminera' in Georgia, poco a sud di Tbilisi. Il progetto sara' completato nel secondo trimestre del 2018. Saipem e' direttamente coinvolta nello sviluppo della Fase 2 del campo Shah Deniz essendosi aggiudicata, il mese scorso, un contratto E&C offshore per un valore di 1,8 miliardi di dollari. Nel settore del Drilling, Saipem si e' aggiudicata in Medio Oriente la proroga di un anno ai contratti in essere per tre impianti di perforazione a terra, a partire dalla seconda meta' del 2014. Ha inoltre stipulato nuovi contratti per altri tre impianti a terra per un periodo di cinque anni, a partire dal secondo trimestre del 2015. Questi contratti consolidano la presenza di Saipem in Medio Oriente come contrattista leader nel settore del Drilling, con 30 impianti di perforazione nella regione. Inoltre, nel settore delle perforazioni offshore, Saipem si e' aggiudicata la proroga di un anno al contratto per il Perro Negro 7, un mezzo di perforazione auto-sollevante specializzato in attivita' di perforazione a profondita' fino a 375 piedi, attualmente impiegato in Medio Oriente. (AGI) Pit