(AGI) - Milano, 29 lug. - "Il 2014 sara' ancora un anno di transizione" per Saipem. E' quanto afferma la nota con la quale il gruppo controllato dall'Eni ha diffuso i conti consolidati del primo semestre. Per il resto dell'anno Saipem ha rivisto leggermente la guidance per l'anno in corso: la precedente previsione di ricavi tra 12,5 e 13,6 miliardi di euro, e' stata fissata a circa 13 miliardi di euro. La forbice relativa all'Ebit, previsto tra 600 e 750 milioni di euro e' stata ristretta a un livello compreso tra 600 e 700 milioni di euro, mentre l'utile netto compreso tra 280 e 380 milioni di euro e' ora previsto tra i 280 e i 330 milioni di euro. La guidance relativa agli investimenti tecnici rimane invariata a 750 milioni di euro. In termini di debito netto, Saipem ha modificato le previsioni per il 2014 da 4,2 miliardi di euro a una forbice compresa tra 4,2 e 4,5 miliardi di euro. "Questo riflette" - si legge in una nota di Saipem - "l'incertezza relativa alla tempistica dei pagamenti legati alla positiva conclusione delle negoziazioni in corso sui contratti a bassa marginalita'". (AGI) Dan