(AGI) - Bruxelles, 23 lug. - Le nuove sanzioni Ue contro la Russia potrebbero colpire l'industria estrattiva offshore russa di petrolio e gas. Lo ha detto il commissario Ue per l'Energia, Gunther Oettinger, in una conferenza stampa a Bruxelles, spiegando i dettagli delle sanzioni minacciate ieri dai ministri degli esteri Ue. "Sono sempre stato sfavorevole a inserire le forniture energetiche dalla Russia nelle sanzioni", ha premesso Oettinger, che pero' poi ha aggiunto che se la Russia non dovesse fare sforzi adeguati per la pace in Ucraina, "potremmo inserire nelle sanzioni anche le tecnologie per le trivellazioni e l'hardware e il software necessario per condurre estrazioni offshore di petrolio e gas, di cui la Russia necessita, soprattutto nell'Artico, tutte tecnologie provenienti dall'Occidente e che l'industria russa non e' in grado di produrre." (AGI) Bxy/Mau