(AGI) - Bruxelles, 24 lug. - Le forniture di energia, che riguardano petrolio, gas, carbone e uranio, dalla Russia ai mercati europei sono sotto contratto e quindi non possono essere soggette a sanzioni. Lo ha dichiarato il commissario Ue per l'energia, Gunther Oettinger, aggiungendo che pero' le sanzioni potrebbero riguardare le esportazioni di attrezzature. "I russi guardano con molto interesse ai giacimenti offshore di petrolio e gas nell'Artico, per esempio - ha aggiunto Oettinger - e questi pero' possono essere sviluppati solo con attrezzature che arrivano dall'Occidente". Se la Russia non lavorera' per riportare la pace nell'est dell'Ucraina e per prevenire l'escalation di violenze, "non c'e' ragione per noi di sostenere la crescita della loro industria e lo sviluppo di nuove risorse per il petrolio e il gas". .