(AGI) - Roma, 30 set. - "Non vi e' dubbio che le sanzioni Ue e le misure ritorsive russe stanno avendo effetti depressivi sulle rispettive economie. Da parte nostra, continueremo a monitorare tali effetti per attenuarne la portata sulle nostre aziende, sia, come gia' detto, insistendo affinche' la Commissione Ue vari rapidamente il pacchetto di aiuti gia' approvato, sia per valutare nuove iniziative di sostegno, anche a favore di settori industriali e dei servizi che risentiranno degli effetti dell'ultima tornata di sanzioni Ue". E' quanto ha affermato il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi al Senato. "Chiederemo altresi', sia in ambito G7, sia nelle competenti altre sedi multilaterali, che non si mettano in atto, da parte dei nostri principali concorrenti, azioni di 'backfilling' volte a sostituire i prodotti italiani ed europei sul mercato russo ed a ridurne, in prospettiva, le quote di mercato, faticosamente guadagnate nell'ultimo decennio", ha sottolineato. (AGI) Gin