(AGI) - Viggiano (Potenza), 28 mar. - "Eni - ha sottolineato Francesco Manna, responsabile rapporti con gli enti e le istituzioni locali - e' convinta che l'estrazione in Val d'Agri rappresenti uno straordinario modello di sviluppo sostenibile. Quindi un volano per l'implementazione e l'immissione sul mercato delle vocazioni locali. La nostra attivita' e' centrata sulla trasparenza e sulla piena sostenibilita' ambientale. Per questo, tutti i dati a nostra disposizione sono disponibili e accessibili a tutti. Ma trasparenza - ha aggiunto - non e' solo pubblicazione dei dati, ma anche la conclusione dei procedimenti amministrativi. Oggi, ne abbiamo 8 in itinere, che aspettano da anni la conclusione. Noi vorremmo prendere atto dell'esito, qualsiasi esso sia, perche' un procedimento aperto non si concepisce. Probabilmente, si sottovaluta e non si considera che, cosi', si ledono anche l'efficacia dell'investimento e la trasparenza verso i cittadini". Nel caso del pozzo Pergola 1, che ha un ruolo importante all'interno della concessione Val d'Agri l'attivita' di perforazione ha gia' ottenuto tutte le autorizzazioni statali e regionali, mentre Eni e' ancora in attesa del via libera per la condotta di collegamento alla rete di raccolta. (AGI) Dpg/Pro (Segue)