(AGI) - Roma, 19 giu. - La questione irachena continua a tenere alta la quotazione del petrolio: i futures sul Brent, che hanno subito un rimbalzo di oltre un dollaro dopo le parole del presidente Usa, Barak Obama, si attestano sui massimi dal settembre scorso sfondando la soglia dei 115 dollari a barile a 115,27. Il greggio Usa, ha guadagnato 46 centesimi e si attesta in chiusura a 106,43 dollari a barile, in crescita dell0 0,43%. (AGI) Mgm