(AGI) - Houston, 27 ago. - L'amministrazione americana incassera' 110 milioni di dollari per le licenze offshore del Golfo del Messico vendute durante l'asta odierna. Il risultato della gara, sebbene ancora preliminare, sottolinea il forte interesse dell'industria del greggio per il deep-water del Golfo, ha sottolineato Randall Luthi che guida la National Ocean Industries Association. All'asta hanno partecipato 14 compagnie che hanno puntato soprattuto sull'area del Canyon Alaminos e sul confine marittimo tra gli Usa e il Messico. A farla da padrone e' stata Bp, con l'offerta piu' alta in 27 manifestazioni d'interesse sulle 32 presentate al Bureau of Ocean Energy Management del Dipartimento degli Interni, con un esborso complessivo di 22,8 milioni di dollari. In una nota Bp ha sottolineato come la partecipazione all'asta odierna "sottolinei ulteriormente il suo impegno verso il Golfo". (AGI) Ril