(AGI/AFP/REUTERS) - Parigi, 12 ago. - La domanda globale di petrolio arretra per il rallentamento economico mondiale, ma le forniture tengono nonostante le tensioni geopolitiche. E' quanto emerge dal rapporto mensile dell'Aie, l'Agenzia internazionale dell'energia. "Nonostante i conflitti armati in Libia, Iraq e Ucraina - spiega l'Aie - il mercato del petrolio e' oggi meglio rifornito del previsto, grazie ai flussi provenienti dal bacino atlantico". Le stime per la crescita mondiale della domanda vengono tagliate di 90 mila barili al giorno a 1,32 milioni di barili, mentre l'output dell'Opec sale di 300 mila barili a 30,44 milioni di barili al giorno, il top da 5 mesi. (AGI) Gaa