(AGI) - Roma, 28 mar. - Durante il periodo di ora legale, che partira' nella notte tra sabato 29 e domenica 30 marzo, con lo spostamento delle lancette degli orologi un'ora in avanti, Terna prevede, nei prossimi 7 mesi, un risparmio complessivo dei consumi di energia elettrica pari a 556,7 milioni di kilowattora. Si tratta di una quantita' di energia corrispondente al fabbisogno annuo medio di circa 200 mila famiglie. In termini di costi, considerando che un kilowattora costa in media al cliente finale circa 16,6 centesimi di euro al netto delle imposte, la stima del risparmio economico relativo all'ora legale per il 2014 e' pari a circa 92,6 milioni di euro. (AGI) Pit (Segue)