(AGI/REUTERS) - Maputo, 23 ott. - Una settimana dopo le elezioni, il governo del Mozambico ha aperto un'asta per quindici nuovi blocchi esplorativi, sia onshore che offshore, per l'estrazione di gas e petrolio. Tre blocchi, in particolare, sono situati nel bacino di Rovuma, nel nord del paese, un'area che contiene circa 180 mila miliardi di metri cubi di gas, abbastanza, secondo le stime di Reuters, per rifornire Germania, Gran Bretagna, Italia e Francia per 18 anni. Le compagnie interessate dovranno far pervenire le loro offerte entro il 20 gennaio 2015, laddove i primi contratti verranno siglati l'aprile successivo. L'asta e' la prima a tenersi sotto la nuova normativa, la quale prevede che gli investitori stranieri operino in partnership con il gruppo petrolifero statale mozambicano Enh e che almeno il 25% della produzione venga diretta sul mercato interno. Il governo prevede investimenti per oltre 30 miliardi di dollari solo nel settore del gas, introiti che Maputo intende utilizzare per costruire terminali per l'esportazione di Gnl, con l'obiettivo di far partire le consegne nel 2018. (AGI) Rme/Mau