(AGI) - Roma, 29 apr. - La situazione in Libia resta "volatile", ma il gruppo "si e' comportato abbastanza bene". Lo ha detto il Claudio Descalzi, direttore della divisione Exploration&Production di Eni (e prossimo a.d.), risponendo alle domande degli analisti durante una conference call sui dati trimestrali del Gruppo. Riferendosi alla questione di Kashagan, Descalzi ha spiegato che al momento Eni non e' in grado di dire quando la produzione del giacimento kazako potra' riprendere, ma che per il 2015 la societa' aveva predisposto un piano di emergenza per la eventuale mancata produzione. Quanto all'Iraq, infine, il top manager di Eni ha spiegato che la societa' stabilira' l'anno prossimo se gli investimenti saranno stati giusti o sbagliati. (AGI) Mgm/Ccc