(AGI/REUTERS) - Washington, 23 ott. - Gli Stati Uniti hanno minacciato di infliggere sanzioni a qualunque soggetto acquisti o tratti il greggio prodotto dall'Isis nei territori conquistati in Siria e Iraq, nel tentativo di bloccare una fonte di finanziamento che garantirebbe allo Stato Islamico fondi pari a un milione di dollari al giorno. David Cohen, sottosegretario al Tesoro Usa, durante una conferenza al Carnegie Endowment for International Peace, ha affermato che i recenti attacchi aerei statunitensi hanno distrutto alcune raffinerie controllate dall'Isis ma che occorre trovare altre strade per ridurre la capacita' dell'organizzazione di raccogliere risorse economiche. "Gli intermediari, i trader, i raffinatori, i trasportatori e chiunque altro abbia a che fare con il petrolio dell'Isis devono sapere che stiamo lavorando duramente per identificarli e che abbiamo a disposizione strumenti per fermarli", ha dichiarato Cohen, che ha poi accusato lo stesso governo siriano di acquistare petrolio dallo Stato Islamico. (AGI) Rme/Tig