Buon contribuito in Italia ad ottobre di eolico e fotovoltaico. La produzione da FV supera quella di tutto il 2013 e va a coprire finora l’8,3% del fabbisogno di energia elettrica e il 9,5% della produzione nazionale. Le rinnovabili, con quasi 98 TWh, contribuiscono al 37,9% di una domanda elettrica in sensibile calo (-2,9%) rispetto al 2013. 

A ottobre fotovoltaico ed eolico, a differenza di quanto accaduto in Germania (Qualenergia.it) hanno registrato in Italia una produzione significativa, rispettivamente +33,8% e 30,9% sullo stesso mese di un anno fa. I dati sono desunti dalrapporto mensile di Terna (pdf).

Con 1,8 TWh generati ad ottobre, la produzione solare fotovoltaica nell’anno in corso supera quella di tutto il 2013: 21,4 contro 21,2 TWh (e 2 TWh in più nei primi 10 mesi). Contrariamente a quanto si è visto nei mesi scorsi la produzione idroelettricadel mese è in calo su ottobre 2013: -13,3%. Insieme le rinnovabili nel mese di ottobre coprono circa il 29% della richiesta elettrica. Diminuisce, ma questa non è una novità, anche se in modo meno vistoso rispetto ai mesi precedenti, la produzionetermoelettrica (-4,7%).

Nel mese di ottobre 2014 la domanda di elettricità è stata pari a quasi 26,4 TWh, in diminuzione dell’1,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. In leggero aumento l’import.

Nei primi 10 mesi dell’anno, invece, il calo della domanda (258,1 TWh) è del 2,9%.Mentre la produzione netta nazionale (224,7 TWh) diminuisce del 3,7% sullo stesso periodo 2013.

(da qualenergia.it del 10/11/2014)