(AGI) - Roma, 19 mag. - "Non facciamoci soffiare il petrolio dalla Croazia". E' un'esortazione quella dell'ex presidente del Consiglio, Romano Prodi. Soprattutto in un periodo, a livello energetico, di 'vacche magre' a causa delle tensioni tra Russia e Ucraina, sfruttare le risorse italiane di gas e petrolio rappresenterebbe una soluzione se non a tutti i problemi almeno a parte di essi. "Si tratta di giacimenti che si estendono nelle acque territoriali di entrambi i Paesi ma che, se non cambiera' la nostra strategia, verranno sfruttati dalla sola Croazia", sottolinea Prodi in un'intervista all'Huffington Post. (AGI) Gin (Segue)