(AGI) - Roma, 8 lug. - "Il Remit - ha spiegato il presidente Massimo Ricci - introduce una regolazione specifica settoriale per identificare e prevenire gli abusi di mercato come l'insider trading e la market manipulation. L'attivita' di monitoraggio Remit e' basata sull'analisi, in parte automatizzata, dei dati delle offerte e delle transazioni nei mercati per identificare potenziali comportamenti abusivi. Per la piena implementazione del regolamento entrato in vigore nel 2011, tuttavia - ha chiarito -, e' necessario definire nel dettaglio gli obblighi degli operatori di mercato in termini di data reporting e le procedure per l'analisi dei dati in collaborazione con le borse dei regolatori nazionali, Acer, gruppi di esperti, rountables e i MoU". Queste attivita', infatti, sono ancora oggetto di profonda evoluzione normativa e si attende la pubblicazione degli "Implementing acts", mediante i quali la Commissione dovra' dare indirizzi di dettaglio rispetto all'elenco dei contratti, compresi gli ordini di compravendita, che dovranno essere segnalati; alle regole uniformi sulla comunicazione delle informazioni; ai tempi e forme con cui tali informazioni dovranno essere segnalati in ottemperanza alle disposizioni del Regolamento Remit. Tutto cio' comportera', d'intesa con l'Aeeg, una significativa evoluzione e sviluppo delle misure di monitoraggio su tutti i mercati gestiti da Gme, con la realizzazione di nuovi strumenti ad hoc di monitoraggio ed il disegno e l'adozione di nuove e piu' avanzate procedure, utilizzate sia in ottica Remit che piu' in generale per il monitoraggio dei mercati per l'ambiente. (AGI) Gin