(AGI/REUTERS) - Oslo, 13 ott. - Statoil e' uscita dal consorzio Shah Deniz, il progetto per lo sviluppo dell'omonimo giacimento di gas naturale azero. Il gruppo energetico statale norvegese ha ceduto il 15,5% che le restava (un altro 10% era stato ceduto lo scorso dicembre) alla malese Petronas per 2,25 miliardi di dollari. Shah Deniz e' operato da Bp e vede come altri partner Tpao, Socar, Lukoil e Nico. La cessione, spiega Lars Christian Bacher, capo del settore produzione e sviluppo di Statoil all'estero, "ottimizza il nostro portafoglio e rafforza la nostra flessibilita' finanziaria per dare la priorita' allo sviluppo industriale". E' dal giacimento Shah Deniz che proverranno gli approvvigionamenti destinati a passare attraverso il gasdotto Tap, il cui approdo e' previsto in Italia. Statoil e' ancora presente nel capitale di Tap con una quota del 10%. (AGI) Rme/Fra