(AGI) - Roma, 4 giu. - Gazprom ha concesso all'Ucraina un giorno in piu' per pagare le forniture di gas del mese di giugno. E' quanto spiega una nota del colosso russo. "Oggi a Berlino si e' svolto un incontro tra il CEO di Gazprom, Alexei Miller, e il CEO di Naftogaz, Andrey Kobolev", si legge nella nota, "le parti hanno discusso di numerose questioni riguardanti i temi della cooperazione bilaterale nel settore del gas". "A fronte della richiesta di Kiev di ritardare il termine per il pagamento, questo e' stato rinviato al 10 giugno, dato che il 9 giugno e' un giorno festivo in Ucraina", aggiunge Gazprom. Il debito totale dell'Ucraina nei confronti di Gazprom ammonta a 4,455 miliardi di dollari, inclusi gli 1,454 miliardi di novembre-dicembre 2013 e i 3 miliardi di aprile-maggio 2014. "Sulla base del contratto, e a fronte della morosita' cronica dell'Ucraina", spiega Gazprom, "si e' deciso di passare al pagamento anticipato da giugno 2014. Il 2 giugno Naftogaz ha saldato il debito del primo trimestre 2014, versando 786 milioni di dollari a Gazprom. Per questa ragione, la deadline del pagamento e' stata posposta al 9 giugno 2014". (AGI) Rme/Pit