(AGI) - Roma, 19 giu. - Per effetto del forte calo dei consumi nel 2013 la dipendenza dell'Italia dalle importazioni di gas dall'estero e' scesa per la prima volta sotto il 90%, all'88,4%. Il dato emerge dalla relazione annuale sullo stato dei servizi e sull'attivita' svolta presentata oggi alla Camera dal presidente dell'Autorita' per l'energia elettrica e il gas, Guido Bortoni. In diminuzione sopratutto le importazioni dall'Algeria (-42%), per la revisione dei contratti di fornitura con alcuni operatori italiani e a causa della instabilita' socio-politica dei paesi del nord-Africa. Le rinegoziazioni hanno influito anche sul calo dell'import dal Quatar mentre in Libia non si e' ancora tornati ai volumi precedenti la crisi del 2011. A parziale compensazione sono giunti 5,4 miliardi di m3 di gas in piu' dalla Russia, il primo fornitore dell'Italia con una quota del 38%. Al secondo posto nella lista dei partner esteri si colloca l'Algeria, con una quota del 21%. (AGI) Rmz/Fra