(AGI/REUTERS) - Parigi, 18 set - L'utility transalpina Edf attacca il piano del governo di Parigi per consentire ai privati di acquistare quote di minoranza nei progetti idroelettrici a capitale pubblico, in joint venture con i governi locali. Il modello e' la Compagnie Nationale du Rhone, che vede la concorrente Gdf Suez detenere indirettamente una quota di minoranza. Edf, che ha lo Stato come principale azionista, teme probabilmente che la proposta del ministro dell'Energia, Segolene Royale, possa erodere il suo impero. La compagnia controlla infatti l'80% delle concessioni idroelettriche pubbliche del Paese, seguita da Gdf Suez con il 12%. "Quanto lontano ancora dobbiamo andare con la concorrenza?", e' la domanda sollevata dall'ad, Henri Proglio, durante un'udienza parlamentare. "Qualunque sia la percentuale, un cattivo sistema resta un cattivo sistema", ha aggiunto il top manager. (AGI) Rme/Fra