(AGI) - Roma, 10 giu. - Eni ha concluso con Sasol Petroleum International, societa' controllata dalla compagnia sudafricana Sasol che opera nell'upstream dell'oil&gas, l'accordo (farm-in agreement) per acquisire la partecipazione del 40% e l'operatorship del permesso ER236, che garantisce il diritto di esplorazione di un'ampia e inesplorata area offshore di 82 mila chilometri quadrati al largo delle coste orientali del Sud Africa, nei bacino di Durban e Zululand, nella provincia di Kwazulu-Natal. Lo riferisce, in una nota, la societa'. Il permesso esplorativo e' stato assegnato a Sasol nel 2013 dall'organismo regolatorio sudafricano Petroleum Agency of South Africa (PASA). L'accordo, che e' soggetto all'approvazione da parte del Governo del Sud Africa, rafforza la presenza di Eni nell'offshore dell'Africa orientale, dove Eni e' presente con attivita' esplorative in Mozambico e Kenya. L'accordo rappresenta una parte di una piu' ampia cooperazione tra Sasol ed Eni in Sud Africa e in altre aree focalizzata principalmente sulla massimizzazione delle opportunita' offerte dalla catena di valore del gas naturale. (AGI) Pit