(AGI/REUTERS) - Roma, 28 mar. - Il fondo Knight Vinke ha venduto la quota dell'1% in Eni la settimana scorsa a causa dell'opacita' della politica nella scelta dell'amministratore delegato. "Abbiamo venduto l'intera quota che ammonta a circa l'1%, una settimana o dieci giorni fa, perche' non c'e' chiarezza sulle modalita' di scelta dell'ad", spiega Eric Knight, chief executive del fondo, in un'intervista alla Reuters. "La decisione dovrebbe essere presa - aggiunge - sulla base del merito e non in base a logiche politiche". (AGI) Gin