(AGI) - Piacenza, 29 apr. - Fanelli ha parlato di una "sfida vinta" anche riguardo le autorizzazioni e alle norme di adeguamento dell'impianto, che e' stato possibile realizzare in 20 mesi. Alla cerimonia era presente, tra gli altri, il commissario europeo della Direzione mobilita' e trasporti, Antonio Tricas-Aizpun, referente del progetto "Lng Blue Corridors" che ha lo scopo di promuovere il gas naturale liquefatto come alternativa reale al gasolio nei trasporti a medio e lungo raggio, con l'apertura di 14 stazioni distribuite in tutta Europa. "E' una novita' assoluta per l'Italia - ha spiegato Fanelli - e' una tecnologia che si sta evolvendo nel mondo specialmente per chi ha lunghi tratti da percorrere nel trasporto pesante ma anche in quello navale". Importanti vantaggi, sia dal punto di vista economico che ambientale. "E' un prodotto meno inquinante in assoluto con un'autonomia molto maggiore del classico metano gassoso - ha aggiunto il direttore generale Eni R&M - e quindi abbiamo delle soluzioni che penso possano avere un futuro anche per l'Europa". In questo momento i mezzi che hanno serbatoi adatti per raccogliere metano liquido sono i camion "in futuro si potra' andare anche verso mezzi piu' leggeri". Diverse le stazioni di rifornimento di questo tipo che sorgeranno in Italia nel prossimo futuro "nel nostro piano quadriennale ne abbiamo ipotizzate circa una ventina - ha concluso Fanelli - penso che dal successo che stiamo avendo dagli interessati a questa tecnologia potremo fare fronte alle loro richieste". (AGI) Ari/Msc