(AGI) - Roma, 17 lug. - La prossima settimana saranno aperti due tavoli tecnici sulla raffinazione, uno nazionale e uno specifico sulla Sicilia. E' quanto e' stato deciso nel corso dell'incontro tenuto al ministero dello Sviluppo economico, secondo quanto riferito dal presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta. Un tavolo, ha spiegato, sara' sulla "raffinazione in generale e coinvolgera' non solo la Sicilia ma altre regioni e il sindacato dei chimici; l'altro, specifico sulla Sicilia, vedra' coinvolti il presidente della Regione, il sindaco di Gela e le eventuali altri citta' interessate dal piano Eni, i sindacati confederali e quelli specifici di categoria". Crocetta ha riferito che all'incontro al ministero ha partecipato il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi e il vice ministro, Claudio De Vincenti e il governo ha espresso "vicinanza" comprendendo le motivazioni della Sicilia. "Oggi si e' aperta una finestra importante" ha commentato Crocetta che ha ringraziato dell'interessamento anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio. "Chiediamo all'Eni - ha quindi dichiarato il presidente della Regione Sicilia - per cercare di rendere piu' morbido e sereno il clima di riaprire gli impianti: se i lavoratori non vanno a lavorare possono essere presi dalla disperazione". Crocetta ha quindi detto che la Regione vuole "proposte concrete, non un prima e un poi ma una soluzione in continuum". (AGI) Ing