(AGI) - Roma, 28 mar. - A seguito della cessione Eni deterra' circa il 9% del capitale sociale di Galp di cui l'8% a servizio dell'exchangeable bond di circa 1.028 milioni di euro emesso il 30 novembre 2012 con scadenza 30 novembre 2015 e circa l'1% soggetto al diritto di prelazione esercitabile da Amorim Energia. In relazione all'Offerta e in linea con la prassi di mercato, Eni ha convenuto un periodo di lock-up di 30 giorni con riguardo alla cessione di ulteriori azioni di Galp, salvo eccezioni standard per operazioni simili. Per finalizzare l'operazione Eni si e' avvalsa di Goldman Sachs e Mediobanca in qualita' di Joint Bookrunners. (AGI) Mau