(AGI) - Roma, 7 mag. - Eni ha firmato oggi a Budapest con il Gruppo MOL, societa' oil & gas ungherese, un accordo per la cessione della sua quota del 32,445% in ?esk? Rafine'rsk? a.s. (CRC), attiva nella raffinazione in Repubblica Ceca. La cessione e' soggetta al diritto di prelazione da parte dell'altro socio in CRC, Unipetrol, che potra' acquistare la quota alle medesime condizioni concordate con MOL. E' quanto si legge in una nota della societa'. "Nella stessa giornata, Eni ha firmato con MOL ulteriori accordi per la cessione delle controllate Eni ?esk? Republika, Eni Slovensko ed Eni Romania, che operano nelle attivita' di Refining & Marketing rispettivamente in Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania. Il perfezionamento di queste operazioni e' soggetto ad alcune condizioni, tra le quali l'approvazione preventiva da parte delle autorita' antitrust competenti. Eni rimarra' attiva nei tre paesi nella commercializzazione dei lubrificanti extrarete" si legge nella nota. "Questi accordi - prosegue la nota - sono un ulteriore passo avanti verso la riduzione dell'esposizione al business della raffinazione e al recupero di redditivita' nel settore Refining & Marketing. Eni, con la cessione della quota in CRC riduce, infatti, del 7% la propria capacita' di raffinazione che si aggiunge al 13 percento di riduzione gia' conseguita nel 2013". (AGI) Pit