(AGI) - Londra, 23 mag. - Il prodotto vincente, appunto, un combustibile prodotto da fibre di cocco e da altri rifiuti della lavorazione agricola, "blocchetti" di carbonella ecologica che hanno come obiettivo quello di tagliare il ricorso a quella normale prodotta con la deforestazione della Cambogia e di altri paesi del sud-est asiatico. "Abbiamo dimostrato che con l'innovazione e il duro lavoro possiamo fare la differenza con un prodotto che aiuta l'ambiente e migliora la vita delle persone", ha dichiarato all'Agi Figa' Talamanca. "Il successo del nostro prodotto e' che e' molto economico e gli abitanti della Cambogia lo possono comprare senza intaccare le loro finanze limitate", ha aggiunto. L'ingegnere italiano e' arrivato a Pnom Penh dopo studi a Roma Tor Vergata e negli Stati Uniti. Durante un periodo sabbatico ha cominciato a fare volontariato in Cambogia, per poi passare appunto a lavorare alla Sgfe. "Ho contribuito a risollevarla", ha tenuto a specificare Figa' Talamanca, "puntando sulla razionalizzazione della produzione e sull'economia di scala". (AGI) Gby/Fra (Segue)