(AGI) - Ravenna, 8 ott. - Provincia, Comune di Ravenna e Camera di Commercio - assieme a Confindustria Ravenna, Confimi Impresa Ravenna, CNA, Confartigianato, Legacoop Romagna, Confcooperative Ravenna, AGCI Ravenna-Ferrara, Cgil-Cisl-Uil - hanno sottoscritto un nuovo documento sull'efficienza energetica, l'impiego del gas naturale nazionale e delle energie rinnovabili. Sul risparmio e l'efficienza energetica e sull'impiego delle energie rinnovabili il documento auspica, in primo luogo, il rinnovo degli ecobonus e delle detrazioni fiscali al 65 e al 50%, al fine di rafforzare le politiche per l'ambiente e per il lavoro. Inoltre si chiede all'UE e al Governo Italiano di eliminare il vincolo del Patto di stabilita' per investimenti di Regioni ed Enti locali per l'efficienza energetica e le energie rinnovabili che rappresentano un investimento sul futuro e un notevole risparmio finanziario nel medio periodo. Per quanto riguarda il tema dell'utilizzo degli idrocarburi e del gas naturale, in particolare nell'area adriatica - si legge nel documento - si evidenzia la necessita' che il nostro Paese, sulla base degli indirizzi dell'Unione Europea, approfondisca la possibilita' di riattivare le attivita' di ricerca e di utilizzo dei giacimenti di gas naturale gia' individuati come previsto dal decreto Sblocca-Italia. Elemento chiave e' concordare tra ministeri competenti e Regioni, "un sistema di monitoraggio trasparente, omogeneo e diffuso, predisposto e garantito da un ente scientifico di elevate competenze e di assoluta autonomia, capace di comparare e migliorare i modelli previsionali attivati presso le autorita' regionali e locali, di interloquire da un lato con i cittadini, fornendo dati certi e accessibili, e dall' altro con tutte le Autorita' competenti per adottare le misure utili per assicurare la piena tutela delle coste adriatiche e dell'intero territorio". (AGI) Red/Ccc (Segue)