(AGI) - Roma, 27 mar. - "Bisogna trovare il giusto equilibrio con le esigenze territoriali e ambientali, ma non si puo' sempre scaricare tutto sul fatto che poi gli investimenti non si possono fare: vanno rimosse le resistenze e gli ostacoli alla nostra capacita' di rigassificazione, cosi' come al completamento del corridoio Sud attraverso il Tap". Lo dice il ministro dello Sviluppo, Federica Guidi, intervenendo in commissione alla Camera. Secondo Guidi e' necessario inoltre riformare il titolo V della Costituzione per "riportare a livello centrale alcune competenze sulle infrastrutture energetiche". "La crisi in Ucraina potrebbe mettere a serio rischio il South stream - ha aggiunto - mentre un altro corridoio, il Tap, ha altri problemi legati a qualche resistenza territoriale. L'italia ha bisogno di un mix di fonti che consenta la sicurezza energetica, vanno rimosse le resistenza e gli ostacoli sulla nostra capacita' di rigassificazione e anche il corridoio sud attraverso il Tap". (AGI) Mgm