(AGI) - Roma, 27 mar. - Per finanziare il taglio del 10% delle bollette alle Pmi bisognera' "cercare di eliminare alcuni sussidi che oggi non sono piu' cosi' necessari e bilanciare un po' meglio l'utilizzo delle reti e la gestione delle fonti intermittenti". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Federica Guidi, secondo cui il calo delle bollette annunciato dal governo Renzi, dovrebbe dispiegare i suoi effetti entro la fine del 2015. Guidi, intervenendo in commissione alla Camera, ha aggiunto che "le grandi imprese energivore non possono certo subire penalizzazioni che le mettano fuori mercato, ma e' necessario fare un'analisi preventiva con gli stakeholders: credo si possa ragionare per fare in modo che queste concedano qualcosa di quello che fino a oggi hanno ricevuto e che cio' consenta di dare equilibrio alla bolletta, in favore dell' impresa manifatturiera italiana". (AGI) Mgm