(AGI) - Roma, 16 mag. - Ad aprile scende ai minimi da giugno 2004, a 45,76 euro al MWh, il prezzo medio di acquisto dell'energia alla borsa elettrica, con una flessione congiunturale da inizio anno pari a -0,97 euro al MWh (-2,1%). Rispetto ad aprile 2013 il calo e' stato di 15,27 euro al MWh, pari, in termini percentuali al 25%. E' quanto emerge dai dati del Gme. Gli scambi nel mercato del giorno prima registrano un minimo storico (30.285 MWh medi orari) su cui hanno probabilmente inciso anche le festivita' di calendario (Pasqua e 25 aprile). Le vendite da impianti a fonte rinnovabile, grazie soprattutto al sostegno delle fonti idraulica e solare, raggiungono il 49,5% del totale venduto su Mgp. (AGI) Red/Gio (Segue)