(AGI) - Roma, 16 giu. - Il prezzo medio di acquisto dell'energia alla borsa elettrica registra a maggio un aumento di 90 centesimi al MWh, pari al 2%, ma continua a restare sui livelli piu' bassi degli ultimi dieci anni. E' quanto emerge dai dati del Gme, che segnala che l'aumento "interrompe la serie di ribassi congiunturali in atto da inizio anno" ma continua a restare sui livelli piu' bassi da giugno 2004. Per quanto riguarda le vendite da impianti a fonte rinnovabile, si registra un modesto aumento su base annua (+0,1%) che consente, di aggiornare il massimo storico registrato proprio a maggio del 2013. In netto aumento tendenziale, e al massimo storico, le vendite da impianti fotovoltaici (+16%) che compensano il calo degli impianti a fonte eolica ed idraulica. (AGI) Rms/Mau (Segue)