(AGI) - Londra, 30 mag. - L'operatore della rete energetica britannica guardera' i mondiali di calcio in Brasile. Non per piacere, ma per monitorare i consumi energetici e prevenire eventuali blackout. Lo si apprende da un comunicato diffuso da National Grid, che comunica come "lavoreremo per tutto il torneo per fare in modo che la fornitura e la domanda di elettricita' non vada incontro a problemi fino al fischio finale". Bollitori per il the, frequenti visite al bagno durante le partite (anche dovute alle bevute), frigoriferi pieni di birre e bevande analcoliche, milioni di televisori accesi in tutto il Regno Unito nello stesso momento: questi i motivi che fanno preoccupare il gestore delle reti e che porteranno, appunto, i tecnici di National Grid a tifare per la vittoria del sistema energetico contro i consumi sfrenati che si registrano durante le partite. Scrive il sito informativo di Cnbc che il maggior incremento di domanda di elettricita' fu registrato in Gran Bretagna durante i campionati mondiali del 1990 (tenutisi in Italia, fra l'altro), durante una partita fra Inghilterra e Germania Ovest. In quel momento era come se 1 milione 200 mila bollitori elettrici fossero usati tutti contemporaneamente. Cosi', in questi giorni, National Grid sta analizzando dati e stime di consumi, onde prevenire che parti del Regno Unito vadano al buio, magari proprio durante un calcio di rigore. (AGI) Gby/Mau