(AGI) - 6 mag. - "Auspichiamo che venga a finire il calcolo stimato dei consumi, dopo che da tempo esistono i contatori elettronici e che i dati vengano gestiti da un soggetto terzo". Lo hanno chiesto i rappresentanti delle principali associazioni dei consumatori nel corso di un'audizione congiunta delle commissioni Industria e Attivita' produttive del Senato e della Camera sul decreto per l'efficienza energetica di recepimento della direttiva europea. Le associazioni dei consumatori ritengono che il decreto sia "l'occasione giusta" perche' vengano separate tra soggetti diversi la vendita, la distribuzione e la produzione e che si riveda l'uso delle bollette come strumento di pagamento "sulle quali si e' scaricato di tutto, sia a livello di tassazione, di incentivi ma anche commerciale" con la sollecitazione all'acquisto rateizzato di impianti spesso supervalutati. Si ritiene inoltre che la periodicita' di fatturazione debba rimanere bimestrale. (AGI) Rmz/Mau