(AGI) - Roma, 22 ott. - L'ingresso di State Grid con il 35% in Cdp Reti non compromette la sicurezza energetica italiana. Lo ha detto l'ad di Cdp, Giovanni Gorno Tempini, rispondendo ai senatori nel corso di un'audizione. "Il socio cinese - ha spiegato - ha accettato di essere socio in una societa' non quotata (Cdp Reti,ndr) che possiede due societa' quotate (Terna e Snam). E' stata un'operazione importante per noi. La sicurezza energetica italiana non e' in discussione visto che Snam e Terna sono conduttori" di energia e State Grid, ha concluso, "non ha un ruolo industriale in Terna e Snam". Cdp Reti ha circa il 30% di Snam e Terna. (AGI) Gin