(AGI) - Roma, 28 apr. - E' possibile tagliare la bolletta elettrica. Lo assicura il presidente dell'Autorita' dell'energia Guido Bortoni in un'intervista a 'La Stampa'. "Oneri fiscali, oneri parafiscali come il vecchio Cip6, e costi relativi alle reti sono tre voci non legate al prezzo di mercato dell'energia. E fanno assieme il 50% della bolletta elettrica. Nel 2013 i soli oneri parafiscali hanno pesato complessivamente per 13,7 miliardi di euro sulle bollette. Un fardello mostruoso", spiega al quotidiano. Secondo il presidente dell'Aeeg "negli oneri parafiscali ci sono diverse voci che potrebbero essere ridotte per ridare spazio alla componente di mercato della spesa energetica, anche se l'Autorita' da sola non puo' farlo". In particolare, "dal 2009 al 2013 la componente degli oneri parafiscali in bolletta elettrica e' triplicata passando dal 7 al 21% del totale". Bortoni promuove l'idea del governo di ridurre del 10% il costo delle bollette alle pmi ma tale riduzione non deve comportare un aumento per le famiglie. Infine il presidente apre ad un aumento del capacity payment per i produttori "a patto che non si abbiano effetti sulla bolletta dei clienti e consumatori finali". (AGI) Red/Gin