(AGI) - Roma, 5 mag. - L'Italia acceleri le procedure per la realizzazione del Tap (Trans Adriatic pipeline) e metta in campo un "tavolo politico di coordinamento", altrimenti il nostro paese rischia di restare escluso dal progetto. Lo ah detto Giampaolo Russo, country manager di Tap Italia, durante un forum sulla sicurezza energetica organizzato a margine del G7 Energia che si apre questa sera a Roma. Russo, riferendosi alle proteste dei cittadini pugliesi di San Foca (punto d'approdo del Tap in Italia), ha spiegato che se l'Italia continuasse a ritardare, il gasdotto che dall'Azerbajan approderebbe in Italia via Grecia e Albania, potrebbe spostarsi in Croazia. (AGI) Mgm (Segue)