(AGI) - Roma, 8 mag. - Sul fronte operativo, le vendite di energia elettrica del Gruppo Enel nei primi tre mesi del 2014 si sono attestate a 60 TWh, in calo del 3%, prevalentemente per il decremento delle vendite in Italia e Francia. Le vendite di gas alla clientela finale ammontano a 3 miliardi di metri cubi, in calo di circa 0,4 miliardi di metri cubi rispetto al primo trimestre del 2013. La produzione netta complessiva di energia elettrica nei primi tre mesi del 2014 e' pari a 60 TWh (-3% rispetto ai 70,1 TWh dei primi tre mesi del precedente esercizio), di cui 17,9 TWh in Italia e 50,1 TWh all'estero. In Italia, le centrali del gruppo Enel hanno prodotto 17,9 TWh (+4,1%). La richiesta di energia elettrica sul mercato nazionale nei primi tre mesi dell'anno si e' attestata a 78,1 TWh, in calo del 3,7% rispetto all'analogo periodo del 2013, mentre le importazioni nette hanno registrato un incremento di 1,3 TWh (+10,8%). La produzione netta del gruppo all'estero - sempre nei primi tre mesi dell'anno - e' pari a 50,1 TWh, in diminuzione di 2,8 TWh (-5,3%). Tale riduzione e' essenzialmente riconducibile al minor apporto degli impianti di Endesa (-2,4 TWh) in misura pari a -1,3 TWh in America Latina e a -1,1 TWh nella Penisola Iberica, nonche' alla contrazione in Slovacchia per 0,5 TWh principalmente connessa al calo della domanda. La produzione di energia elettrica delle centrali del gruppo Enel in Italia e all'estero e' generata per il 49,3% da fonte termoelettrica, per il 34,9% da fonti rinnovabili e per il 15,8% da fonte nucleare. (AGI) Gaa