(AGI) - Roma, 3 giu. - Assopetroli-Assoenergia rivolge un appello al Governo e al Parlamento affinche' sia modificata la clausola di salvaguardia contenuta nel cosiddetto dl Irpef che, in caso di attivazione, porterebbe ad un aumento delle accise per ulteriori 650 milioni di euro che si sommano agli oltre 1.400 stabiliti da precedenti disposizioni di legge. L'ultima rilevazione 'Stacco Italia Accise' del mese di maggio, spiega una nota, evidenzia come nel nostro Paese la quota fiscale sui carburanti? (accisa e iva)? sia al 60,62%. Il consumatore italiano paga dunque 60,62 centesimi di tasse su ogni euro di carburante e nel mese di maggio ha pagato la benzina in media 25,9 cent/litro e il gasolio 24,9 cent/litro, in piu' che nel resto d'Europa. Considerando gli effetti recessivi sui consumi di carburante e dunque sulle entrate erariali che derivano dall'eccessiva tassazione, auspichiamo che la copertura alle misure contenute nel DL Irpef all'esame delle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato,? sia ricercata non attraverso l'aumento delle accise ma attraverso tagli strutturali alla spesa pubblica improduttiva. (AGI) Gin