(AGI) - Roma, 9 mag. - "In un mese esatto ,dal 9 aprile - prosegue - le quotazioni internazionali del greggio sono salite di +0,7 centesimi al litro e quelle dei prodotti finiti sono variate di -2,1 centesimi al litro per la benzina e di -0,5 centesimi al litro per il gasolio, mentre i prezzi nazionali alla pompa sono saliti di +1,3 centesimi al litro per la benzina e saliti di +0,5 per il gasolio. Pertanto, a meno di drastiche variazioni in piu' od in meno delle quotazioni internazionali alla chiusura dei mercati di oggi, sussisterebbero le condizioni per una diminuzione dei prezzi, con variazioni contenute entro un massimo di 1,5 centesimi di euro/litro". "I prezzi sulla rete autostradale - aggiunge Stefano Cantarelli, Presidente Nazionale di Anisa Confcommercio, l'associazione che raggruppa i gestori della rete distributiva autostradale - sono rimasti fermi per la benzina e sono aumentati solo di 0,001 euro/litro per il gasolio, mentre il prezzo del gasolio in autostrada - prodotto che costituisce oltre l'80 % delle vendite in questo comparto - nella modalita' self risulta per questa settimana piu' ridotto nell'ordine di circa 1,5 centesimi al litro rispetto al prezzo dello stesso prodotto nella stessa modalita' in rete ordinaria". (AGI) Lda